"scarta la tua memoria, scarta il tempo futuro del tuo desiderio; dimenticati entrambi, in modo da lasciare spazio ad una nuova idea. Forse sta fluttuando nella stanza in cerca di dimora, un pensiero, un'idea che nessuno reclama..." Bion

Orari impossibili e contratti in nero: nei supermarket, dipendenti sfruttati

Riporto questo post che ho trovato navigando in rete, il problema é che non é una situazione che si trova solo nei supermercati, io dalla mia esperienza posso confermare che mi é capitato, non lavoravo certo in un supermercato, avevo un contratto dal lun al ven, ma lavoravo secondo le esigenze del lavoro, ( sabato, domeniche e festivi non retribuiti), quando ho chiesto al titolare di seguire il contratto mi ha lasciata a casa, quindi non stupitevi, in Italia ci vorrebbero più tutele per i lavoratori!

Turni massacranti, straordinari e festivi spesso non retribuiti, la paura di perdere il posto e le intimidazioni: «Parlo, ma se mi scoprono i capi è l’inferno». Viaggio nella Gdo, tra una trentina di super e discount romani. Le aziende: «Rispettiamo i contratti»

ROMA – «Vorrei spiegare quello che succede, come siamo trattati, ma ho paura, se i “capi” mi scoprissero per me sarebbe l’inferno». «Non siamo autorizzati a rilasciare dichiarazioni riguardo il nostro lavoro ai clienti, né tantomeno ai giornalisti”. «Il responsabile ha visto che parlava con me, se ne vada o mi rovinerà». Corriere.it ha cercato di far luce sulle condizioni di lavoro di dipendenti e responsabili di supermercati e discount a Roma, ma le domande spesso sono rimbalzate contro un muro di gomma fatto di paura. La garanzia dell’anonimato e dell’indicazione generica del supermercato (senza precisare la zona) nella maggior parte dei casi non è stata sufficiente. Su una trentina di punti vendita, soltanto in otto casi il personale ha deciso di spiegare la propria condizione. E il quadro non è certo confortante, fra straordinari non pagati adeguatamente o riconosciuti come orario lavorativo normale, turni di 15 ore al giorno, lavoro «imposto» nei festivi , contratti in nero e pressioni psicologiche. A sorpresa, però, le condizioni dei lavoratori sarebbero migliori nei discount rispetto ai supermercati.
di Giuseppe Cucinotta

Follow by Email

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

traslate in english