Rimuginare su sofferenza la fa aggravare fino al 30%


'Effetto catastrofe' causa aumento dolore percepito

- MILANO - Combattere l' 'effetto catastrofe' per ridurre il dolore. In altre parole, la tendenza a rimuginare sul proprio dolore porta a enfatizzarlo e ingigantirlo: secondo vari studi tra il 7 e 31% del dolore percepito e' determinato dal cosiddetto 'effetto catastrofe'. E' quanto emerge dai dati presentati dagli esperti riuniti a Milano per il 14/mo Congresso Mondiale sul Dolore.

Esistono infatti tecniche e trattamenti psicosociali per gestire il dolore che sono sottoutilizzati, lamentano gli esperti, esponendo cosi' i pazienti a sofferenze inutili. ''Si puo' imparare a controllare e gestire il proprio dolore con varie tecniche e protocolli terapeutici - spiega Francis Keefe, Professore di psichiatria al Duke University Medical Center - L'obiettivo e' agire sui fattori psicologici e sociali che peggiorano il dolore come stress, ansia, ambiente lavorativo e familiare, status e condizione economica''. Gli studi hanno evidenziato i benefici dei percorsi cognitivi, motivazionali ed emotivi messi a punto per aiutare il paziente ad accettare e gestire il proprio dolore senza esasperarlo. Il prossimo passo dovra' essere quello di coinvolgere i sistemi sanitari per offrire ai pazienti approcci e interventi psicosociali, per aiutare a prevenire dolori persistenti e disabilita' legate al dolore. ''Gli approcci psicosociali dovrebbero essere integrati con maggiore efficacia nelle strutture di primo intervento - continua Keefe - Alcuni sistemi sanitari stanno iniziando a inserire specialisti del comportamento con un'esperienza nella gestione del dolore come consulenti del personale coinvolto nell'assistenza a pazienti con dolore cronico''. Internet puo' contribuire a diffondere gli interventi psicosociali su larga scala, con sistemi di supporto telefonico, training online, attivita' guidate di rilassamento e consulenza telematica
© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati

Follow by Email

traslate in english