"scarta la tua memoria, scarta il tempo futuro del tuo desiderio; dimenticati entrambi, in modo da lasciare spazio ad una nuova idea. Forse sta fluttuando nella stanza in cerca di dimora, un pensiero, un'idea che nessuno reclama..." Bion

Diffamazione?!!!!

Oggi sono pensierosa, mi chiedo e vi chiedo cosa spinga la mente umana a diffamare gli altri?
La questione è proprio, perchè le persone si inventano cose brutte e false su altri? Sono giunta alla conclusione che quando una persona si sente in difetto, si rende conto che è nel torto e non sa come uscirne....DIFFAMA.
Chiedo nuovamente aiuto a Wikipedia per chiarire il concetto di Diffamazione:
in diritto  italiano, è il delitto previsto dall'art. 595 del  Codice penale secondo cui:
Chiunque, fuori dei casi indicati nell'articolo precedente, comunicando con più persone, offende l'altrui reputazione, è punito con la reclusione fino a un anno o con la multa fino a euro 1032.
Se l'offesa consiste nell'attribuzione di un fatto determinato, la pena è della reclusione fino a due anni, ovvero della multa fino a euro 2065.
Se l'offesa è recata col mezzo della stampa o con qualsiasi altro mezzo di pubblicità, ovvero in atto pubblico, la pena è della reclusione da sei mesi a tre anni o della multa non inferiore ad euro 516.
Se l'offesa è recata a un Corpo politico, amministrativo o giudiziario, o ad una sua rappresentanza, o ad una Autorità costituita in collegio, le pene sono aumentate.
Mi chiedo.... ma veramente ci sono persone che si sentono tanto potenti da permettersi di gettare fango su altri?
Allora è proprio vero, il mondo va alla rovescia! Faccio un esempio, un lavoratore che comunica al proprio datore di lavoro che è in atto una situazione non chiara, che magari coinvolge dei minori ( non in grado di difendersi), invece di sentirsi tutelato, si ritrova lui stesso vittima su due fronti: mobbing e diffamazione.
Allora mi ripeto....il mondo va alla rovescia! Quando si è piccoli ci insegnano a dire la verità, a difendere i più deboli ( bambini, diversamente abili, ecc), ma nel momento in cui noi mettiamo a frutto gli insegnamenti ricevuti, e non siamo più donne, uomini, lavoratori, ricchi, poveri, non facciamo più il nostro interesse, ma quello degli altri....ecco che tutto ci si ritorce contro.
Chi dovrebbe intervenire ci sanziona ingiustamente, chi dovrebbe essere punito viene protetto perchè?
Cosa sta succedendo al mondo, alle persone che lo popolano?
Non c'è un limite? Il limite, il guardarsi allo specchio al mattino, l'abbracciare,  per chi li ha, i propri figli e non pensare a tutto il male che si sta facendo, per soldi ed interessi ai loro coetanei?
Lacio a voi la possibilità di rispondermi, io, mi dimetto come diceva M.Masini " mi dimetto da falso poeta, questa vita fa tutto da se ..."
Allora mi torna in mente un dialogo avuto tempo addietro con la mia amica Manuela ed il mio amico Marco...ricordo le loro parole, dicevano cinicamente che chi combatte per difendere i più deboli poi viene "menato"... io rispondo a loro, che non ho paura delle minacce, io faccio i fatti, e fino a che lotterò per difendere i più deboli, sarò degna di essere chiamata persona!

Follow by Email

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

traslate in english